Archivio della categoria 'Pacifinti'
05
dic
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (12 voti, media: 4.58 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Attività  in Comune, Pacifinti and Politica  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Era il 9 marzo 2000 a Padova. C’era il centro sociale Pedro, c’erano le case occupate, c’era la contrarietà  dell’allora amministrazione di centrodestra. Ci fu una manifestazione non autorizzata fino ai cancelli del Comune e la richiesta dei manifestanti, negata, di parlare con il sindaco. Ci furono tafferugli, uno dei poliziotti di nome Cecchini riportò delle ferite e ci fu un morto: Vittorio Petiti, per il quale la Magistratura emanò una sentenza di condanna per omicidio colposo. Ci furono alcune prese di distanza di autorevoli esponenti del centrosinistra che pur condannando gli scontri, criticarono l’atteggiamento di “chiusura” del centrodestra. Una vittima che fu presto dimenticata, a differenza di quello che successe poi al G8 di Genova. E quando la storia si dimentica, siamo costretti a vederla ripetersi. Per fortuna oggi senza morti.

Continua a leggere ‘Corsi e ricorsi storici!’

19
mar
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (16 voti, media: 4.38 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Pacifinti and Politica  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Carlo Giuliani e Vittorio Petiti: due vite diverse. Carlo giovane, Vittorio pensionato. Carlo morì mentre partecipava agli scontri del G8 di Genova, Vittorio morì a Padova, estraneo agli scontri tra il Centro Sociale Pedro e la Polizia. Per la Magistratura la morte di Carlo non fu omicidio, per Vittorio ci fu una condanna in terzo grado per omicidio colposo. Per Carlo il comune di centrosinistra di Genova approvò una mozione per dedicargli un Cippo e Rifondazione Comunista gli intitolò un’Aula del Senato,  per Vittorio il Comune di centrosinistra di Padova ha detto no. La vicenda di Carlo innalzata a “martirio”, quella di Vittorio nell’oblìo. Era il 9/3/2000, quando Vittorio Petiti si trovava a passeggiare in Piazza delle Erbe di Padova. Cinquanta metri più in là , davanti al Comune i “ragazzi” del Pedro avevano organizzato una manifestazione non autorizzata per avere le utenze di acqua e gas nelle case che avevano occupato abusivamente. Ci furono dei disordini e ci fu una carica della polizia. Petiti veniva travolto e calpestato e morì in seguito a quell’evento, non certo pacifico, non certo democratico, non certo rispettoso delle regole. La Provincia con i soli voti del centrodestra, ha intitolato una sala a “Vittorio Petiti, vittima della degenerazione dell’espressione Democratica” per significare che non è necessario valicare le regole della Democrazia per manifestare il proprio disagio o reclamare i propri diritti. Carlo e Vittorio, due vite spezzate. Per Vittorio Petiti una parte di Padova ha preferito girarsi dall’altra parte!

28
lug
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (16 voti, media: 4.94 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Attività  in Comune, Gazzettino, Pacifinti, Politica and Via Anelli  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Via Anelli e’ stata finalmente sgomberata. Dopo che la giunta di centrosinistra di Padova ha riconosciuto, con grave ritardo di circa due anni e mezzo, come “salubre” il piano della Regione da sempre sostenuto dal centrodestra, per evitare che chi avesse speculato sul degrado del quartiere, potesse ritornarlo a fare. Certamente restano ancora dei punti interrogativi di quanti effettivamente erano in possesso di un regolare contratto di affitto e di quanti invece non lo erano ma che hanno trovato lo stesso “accoglienza” nelle case del Comune… ! Continua a leggere ‘Sicurezza e legalita’: valori irrinunciabili!’

10
apr
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (30 voti, media: 4.6 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Mattino, Pacifinti, Politica and Vittorio Petiti  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post
Su Flickr sono disponibili articoli di approfondimento su Vittorio Petiti. Clicca qui per visualizzarli!

Era il 9/3/2000, ancora prima del G8 di Genova, quando Vittorio Petiti si trovava quella mattina a passeggiare in Piazza delle Erbe di Padova. Una mattina come tante a bere un caffè con gli amici, parlare del Padova a cui l’aveva legato la passione oltre che la professione di giornalista sportivo…Vittorio non poteva certo immaginare che quella invece non sarebbe stata una mattina come le altre, non lo immaginava Antonella, la moglie che lo aspettava a casa da lì a poco… Cinquanta metri più in là , davanti al Comune i “ragazzi” del Centro Sociale Pedro avevano organizzato una manifestazione non autorizzata per chiedere alla Giunta di centrodestra di allora le utenze di acqua e gas nelle case che avevano occupato abusivamente. Ci furono dei disordini, degli scontri, dei tafferugli, fu ferito un poliziotto di nome Cecchini e ci fu una carica della polizia. Cinquanta metri dopo, Vittorio Petiti veniva travolto e calpestato nel fuggi fuggi generale da D.B., costituitosi subito dopo.
Continua a leggere ‘Carlo Giuliani e Vittorio Petiti: “martirio” e oblìo!’

15
dic
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (21 voti, media: 4.86 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Mattino, Pacifinti, Politica and Terrorismo  |1 commento   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Egr. Sig. Ministro Ferrero,

tutti noi siamo a conoscenza che Susanna Ronconi ha espiato la pena giudiziaria di quell’orribile omicidio di Via Zabarella che toccò profondamente e per il resto della loro vita le famiglie Mazzola e Giralucci, ma anche la città  di Padova che ebbe l’esecrabile primato del primo omicidio delle BR.
Posso credere che Susanna Ronconi si sia pentita di quel gesto atroce, che l’ha allontanata dall’appartenenza al terrore delle BR.
Posso credere che Susanna Ronconi oggi stia impegnando la propria vita per i più deboli e che abbia sviluppato molte competenze sulle tossicodipendenze. Continua a leggere ‘Lettera al ministro Ferrero’

cerca