Archivio della categoria 'Terrorismo'
28
mar
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (16 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Personale, Politica and Terrorismo  |1 commento   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Pubblico il fondo di Giampaolo Pansa su Libero del 27 marzo 2012 sul film di Tullio Giordana sulla strage di Piazza Fontana. Un film che andrò a vedere, un film che spero i giovani che non sanno nulla di quel periodo storico vadano a vedere… un periodo storico fondato su complicità e falsità ancora non chiarite. Una delle poche cose chiare è il clima forcaiolo costruito intorno al Commissario Calabresi che sfociò nel suo omicidio…ma di questo sembra che il film non ne parli!

«Da due anni vivo sotto questa tempesta. Lei non può immaginare che cosa ho passato e che cosa sto passando. Se non fossi cristiano, se non credessi in Dio non saprei come resistere». Parlava così il commissario Luigi Calabresi qualche settimana prima di essere ucciso. Continua a leggere ‘Il film di Giordana sulla strage di Piazza Fontana’

15
dic
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (13 voti, media: 4.85 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Politica and Terrorismo  |2 commenti    |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Un leader poltico è stato vittima di un attentato per mano di uno squilibrato! Un video che nessuno in questi giorni ha visto impone molte  riflessioni…

VIDEO SULL’ATTENTATO

14
gen
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (11 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Terrorismo  |3 commenti    |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Terrorista. Leader del Proletari armati per il comunismo (Pac). Quattro omicidi tra il 1977 e il 1979. Quattro ergastoli.
Uccise il gioielliere Torreggiani, ferito suo figlio oggi paraplegico; uccise un maresciallo degli agenti di custodia di Udine e un agente della Digos. Faceva parte inoltre del commando che fece irruzione nella sede del Msi a Mestre, uccidendo un macellaio iscritto al partito. Evase dal carcere di Frosinone nel 1981. Fuggì prima in Francia, poi in Brasile.

Cesare Battisti, Brasile concede status rifugiato politico

11
ott
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (11 voti, media: 4.36 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Personale and Terrorismo  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Padova, Domenica 14 ottobre 2007 ore 18 presso la Libreria Mondadori: Presentazione e incontro con l’autore Pino Casamassima

«Come potevano essere così sicure le Brigate Rosse che in quel giorno, a quell’ora e in quel momento, mio marito sarebbe passato da via Fani?»: una domanda che Eleonora Moro rivolge più volte nei tribunali e nelle commissioni parlamentari d’inchiesta, perché il percorso automobilistico veniva stabilito giorno per giorno. Continua a leggere ‘Il libro nero delle Brigate Rosse’

03
ott
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (15 voti, media: 4.87 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Politica and Terrorismo  |5 commenti    |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

 «àˆ stato uno degli artefici della morte di mio padre. La magistratura, le infiltrazioni del governo, i giudici, stanno facendo di tutto per tutelare gli ex terroristi. Amarilli Caprio è agli arresti domiciliari nel castello dello zio, Curcio può girare nelle università , come Franceschini, che in tv racconta della strage di Aldo Moro. Sono innumerevoli i casi di ex terroristi che stanno scrivendo libri, loro sono in auge, invece le vittime del terrorismo non sono inserite neanche nei finanziamenti della prossima Finanziaria». àˆ con queste parole che Bruno Berardi, figlio del maresciallo Rosario Berardi, commenta l’arresto di Cristoforo Piancone che partecipò all’omicidio del maresciallo Berardi, condannato all’ ergastolo per 6 omicidi e due tentati omicidi, mai pentito e con 3 ergastoli ancora da scontare ma che godeva del regime di semibertà . Continua a leggere ‘Sconfitte le BR o le vittime delle BR?’

13
set
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (13 voti, media: 4.54 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Politica and Terrorismo  |1 commento   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

àˆ il 17 giugno 1974 quando Giuseppe Mazzola e Graziano Giralucci vengono uccisi nella sede di Padova del Movimento Sociale Italiano. àˆ appena trascorso un mese dalla conclusione del rapimento del giudice genovese Mario Sossi, rilasciato dalle Br sano e salvo alla fine di un lungo e tormentato braccio di ferro con lo Stato, che aveva dato alla banda armata comunista l’immagine di banditi gentiluomini, di coloro che erano riusciti a mettere in scacco le forze dell’ordine e a dividere drammaticamente quelle politiche, senza spargere una sola goccia di sangue. Il rapimento aveva generato immediatamente due fronti: quello della trattativa e quello della intransigenza (come avverrà  quattro anni dopo con Moro). Continua a leggere ‘Storia delle BR a Padova: per non dimenticare!’

18
mar
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (25 voti, media: 4.6 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Gazzettino, Politica and Terrorismo  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Padova negli anni 70 testimone dei primi omicidi delle BR, del rapimento Dozier, gambizzazioni, attentati, pestaggi, occupazioni ed espropri proletari … Padova ancora oggi epicentro dell’eversione, testimone di una storia che forse vuole minimizzare. Padova testimone colpevole! Colpevole quando tace, colpevole perché tace.
Padova parla invece al mondo con uno dei suoi cittadini e professori universitari più ricercati, prima dalla polizia e ora dalla Cultura: il prof. Toni Negri, teorico della violenza come strumento politico, autore di molte opere-guida degli intellettuali post sessantottini, uscito di galera per il voto radicale, poi pagando il suo debito con la giustizia, autodefinitosi esiliato dalla Giustizia di uno Stato imperialista… ma che gli paga anche una lauta pensione. Continua a leggere ‘BR e Padova: non sempre il silenzio è d’oro!’

15
gen
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (24 voti, media: 4.75 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Attività  in Comune, Politica and Terrorismo  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

L’affaire Ferrero-Ronconi non può essere visto come atto tecnico-formale, ma come un forte atto etico-politico, che coinvolge oltre a sentimenti, passioni, dolore, un pezzo della storia di Padova. Mazzola e Giralucci infatti non appartengono solo alle famiglie, non sono una bandiera di una fazione politica… appartengono alla città  di Padova.

Il Ministro Ferrero, se si fosse trattato di un ex terrorista nero come Mambro o Fioravanti, avrebbe dato e difeso quell’incarico?
Se un ministro del centrodestra avesse dato lo stesso incarico a un ex terrorista nero come Mambro o Fioravanti… cosa avrebbe fatto il centrosinistra? Rifondazione, verdi, comunisti, avrebbero fatto cortei in piazza e chiesto le dimissioni del Ministro… Continua a leggere ‘Intervento sulla mozione DS Susanna Ronconi in consiglio comunale’

15
dic
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (21 voti, media: 4.86 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Mattino, Pacifinti, Politica and Terrorismo  |1 commento   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Egr. Sig. Ministro Ferrero,

tutti noi siamo a conoscenza che Susanna Ronconi ha espiato la pena giudiziaria di quell’orribile omicidio di Via Zabarella che toccò profondamente e per il resto della loro vita le famiglie Mazzola e Giralucci, ma anche la città  di Padova che ebbe l’esecrabile primato del primo omicidio delle BR.
Posso credere che Susanna Ronconi si sia pentita di quel gesto atroce, che l’ha allontanata dall’appartenenza al terrore delle BR.
Posso credere che Susanna Ronconi oggi stia impegnando la propria vita per i più deboli e che abbia sviluppato molte competenze sulle tossicodipendenze. Continua a leggere ‘Lettera al ministro Ferrero’

cerca