03
feb
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (15 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Attivitą  in Comune and Politica  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post
Pubblico l’articolo de Il Mattino di Padova a firma di Simonetta Zanetti, dal titolo: “Avruscio si dimette da Dirigente. Torna a essere un “semplice” Angiologo dell’Ospedale Sant’Antonio”. Secondo una legge che sembra pochi conoscano, esiste una incompatibilitą tra il ruolo di Consigliere e quello di Primario o comunque Responsabile medico. Il Sindaco di Padova Zanonato, a differenza del suo collega che si trovava nelle stesse condizioni, quando č diventato Ministro della Repubblica non si č dimesso, anche difronte all’evidente incompatibilitą! Ci sono volute ben tre delibere e altrettante sedute di Consiglio Comunale per dichiararlo decaduto dalla carica di Sindaco. In questo modo, invece del Commissario straordinario, ha assunto l’incarico il Vice Sindaco Reggente Ivo Rossi! L’incompatibilitą finora non č valsa per il Presidente dell’INPS e per altri alti funzionari che ricoprono una miriade di incarichi e godono delle conseguenti pensioni (potere grande, copertura maggiore). Per i Consiglieri comunali esiste l’incompatiblitą alla pari di chi governa cittą, provincie, regioni!  Ma i consiglieri non sono certo alla pari di Assessori, Sindaci, Governatori…
Il vicepresidente del Consiglio comunale Giampiero Avruscio si č dimesso dagli incarichi di responsabile della Medicina specialistica e dell’Unitą operativa semplice del servizio e del day hospital di angiologia. Con una lettera inviata al direttore dell’Usl 16 Urbano Brazzale, e dopo un consulto con il segretario generale del Comune, l’angiologo-politico ha comunicato l’intenzione di tornare ad essere un “soldato semplice” in ottemperanza alla legge 39 del 2013 secondo cui «gli incarichi dirigenziali, interni e esterni, nelle pubbliche amministrazioni e negli enti pubblici di livello sia regionale che provinciale o comunale, sono incompatibili con la carica di componente del consiglio/ giunta di un comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti avente la medesima popolazione della medesima regione o parte di essa».
Un’accelerazione rispetto ai tempi visto che l’incarico di Medicina specialistica č recentemente stato assegnato dopo un concorso cui Avruscio non ha partecipato, mentre l’Unitą operativa semplice del servizio e day hospital di Angiologia č stata eliminata dalle nuove schede ospedaliere.
Avruscio ha preso la sua decisione, malgrado sulla questione ci sia ancora molta confusione (un’interpretazione č infatti che la normativa entri in vigore con le nuove nomine). L’angiologo tuttavia non ha voluto fare finta di niente attendendo eventuali notifiche. Il problema, semmai, tornerą a proporsi quando ad Avruscio verrą affidato l’incarico di direttore del servizio di Angiologia dell’Azienda Ospedaliera anche se i tempi (il concorso che ha vinto č stato bandito nel 2011) e la possibilitą per il dg di scegliere comunque tra i primi tre classificati, non danno ancora certezze: «Sapendo dell’esistenza dell’incompatibilitą non mi sembrava giusto continuare come se nulla fosse» sostiene Avruscio che, per il momento, prosegue sulla strada della politica, in attesa che in Azienda l’iter arrivi a compimento. A breve dovrebbero partire anche le lettere con cui i manager delle due aziende sanitarie chiedono ai dirigenti medici di scegliere la loro posizione.
Ma appare evidente fin d’ora che nel comparto pubblico, non solo ospedaliero, siano molti i politici che dovranno scegliere se abdicare.



  1. No Comments

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca