11
lug
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (10 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Personale and Sicurezza  |8 commenti    |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

La marijuana possibile apportatrice dello stato psicofisico teso alla contemplazione nella preghiera. il passaggio principale della motivazione della sentenza con cui la sesta sezione penale della Cassazione ha annullato la condanna a un anno e quattro mesi di carcere e 4.000 euro di multa per illecita detenzione a fini di spaccio inflitta a Giuseppe Guaglione nel dicembre del 2004. Ecco come una sentenza pu annullare gli effetti di una Legge!

La storia: Giuseppe Guaglione viene sorpreso dai carabinieri con un etto di marijuana (70 spinelli). Si era rivolto alla Suprema Corte sostenendo che i giudici di secondo grado non avevano tenuto conto del fatto che lui, un adepto rasta, fuma l’erba in base ai precetti della sua religione di origine ebraica, che ne consentono l’uso quotidiano anche di 10 grammi al giorno. E i giudici di Cassazione gli hanno dato ragione, sottolineando come sia necessario essere comprensivi con i rasta trovati in possesso di quantitativi abbondanti di droga. Essi utilizzano la marijuana — hanno sostenuto i giudici — nel ricordo e nella credenza che l’erba sacra sia cresciuta sulla tomba di re Salomone, chiamato “il re saggio”, e da esso ne tragga la forza.

Scommettiamo che molti coltivatori e consumatori dell’erba mediterranea cresciuta sulla tomba di re Salomone, si convertiranno alla Religione Rasta?




  1. 1 sergio 7-11-2008

    che dire…in un’italietta dove si scarcerano boss mafiosi, sicari, stupratori, ecc… ormai non mi stupisco pi di nulla, posso solo commentare un un lapalissiano: CHE SCHIFO!
    Buona giornata a tutti.

  2. 2 Alessandro 7-11-2008

    Ho sempre avuto il sospetto che l’abito facesse il monaco, ma il fatto in questione trascende la farsa rappresentata da una Corte che tenta impacciatamente di sostituirsi al Parlamento e va a toccare delicati tasti connessi alla libert religiosa come viene intesa nel nostro Paese.
    A quanto dovremmo attenderci dalla Cassazione anche la legalizzazione della lapidazione, della poligamia, dell’infibulazione? In fondo si tratta di precetti religiosi.

    La lente del laicismo non mai stata strabica quanto in questi anni.

  3. 3 geronimo 7-11-2008

    La cosa non mi stupisce affatto… se pensiamo che in Italia sono stati assolti dei terroristi perch definiti dei resistenti musulmani allora ci pu stare anche quella della marjuana…

  4. 4 Giorgio 7-12-2008

    Una tomba di Re Salomone in ogni giardino!

  5. 5 Perla 7-12-2008

    Qualsiasi commento di questo episodio rischia di sembrare banale. La Legge c’ e va applicata. Il giudizio, si sa, insindacabile, ma i giudici non sono infallibili…

  6. 6 Lucio 7-12-2008

    Tuttte le religioni vanno protette fuorch la cristiana. Il rasta vada in giamaica a sballarsi come vuole, un posto dove andare a strafumare mariuana potrei suggerirglielo… l’arabia saudita. Vedremo cosa dir la cassazione , quando qualcuno dir di essere cannibale per motivi religiosi… e con i satanisti come la mettiamo… quando lo stupro diventa rituale?

  7. 7 Francesco 7-12-2008

    Con questi magistrati oramai siamo alla frutta…anzi oltre!

  8. 8 romain 7-13-2008

    la Cassazione ci ha abituato alle sentenze pi assurde, specie in materia di costume, religione et similia… quando un giudizio va in Cassazione, c’ da aver paura…

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca