01
ago
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (5 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Precari  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Questo l’esempio del bando per i medici dell’Azienda Ospedaliera di Padova, con i posti, i criteri, le modalita’ di partecipazione, lo schema della domanda, i documenti, i punteggi delle prove (per i posti dei medici in concorso dell’ULSS 16 vedi: www.precarius.com)

Bur n. 63 del 01/08/2008

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

Bando concorsi pubblici riservati personale precario da stabilizzare area della Dirigenza

BANDI DI CONCORSI PUBBLICI RISERVATI

PERSONALE PRECARIO DA STABILIZZARE

AREA DELLA DIRIGENZA

Procedure per la stabilizzazione riservata al personale precario, per la copertura, a tempo indeterminato, di:

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Allergologia ed Immunologia Clinica (per Medicina di Laboratorio)

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Ematologia (per U.O. Immunotrasfusionale)

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Cardiochirurgia (per U.O. Cardiochirurgia)

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Oftalmologia (per la Clinica Pediatica)

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Chirurgia Generale (per Clinica Chirurgica 3^ – Day Surgery)

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Geriatria (per il Centro Crioconservazione Gameti Maschili)

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Farmacologia e Tossicologia Clinica (per il Centro Crioconservazione Gameti Maschili)

N. 2 posti di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Endocrinologia (per il Centro Crioconservazione Gameti Maschili)

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Malattie Apparato Respiratorio (per Clinica Chirurgica 3^ – Day Surgery)

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Medicina Interna (Centro Regionale Studio e Cura Invecchiamento Cerebrale)

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Pediatria (per la Clinica Pediatrica)

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Medicina legale ( per U.O. Medicina Legale)

N. 2 posti di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Pediatria ( per la Patologia Neonatale)

N. 1 posto di DIRIGENTE MEDICO Disciplina: Genetica Medica ( per Centro Crioconservazione Gameti Maschili)

Questa Azienda Ospedaliera, in attuazione delle disposizioni di cui alla legge n. 296 del 27/12/2006 (legge finanziaria 2007), alla legge regionale n. 22/07 e in conformità  di quanto stabilito dal Protocollo d’Intesa recepito dalla Regione Veneto con deliberazione n. 3540 del 6 novembre 2007 e dalla nota della Regione 2 aprile 2008, prot. n. 174846, ha disposto l’avvio delle procedure per l’attuazione del Piano di Stabilizzazione del Personale precario della Dirigenza Medica e Veterinaria.

Il regime giuridico ed il trattamento economico sono stabiliti dal vigente C.C.N.L. per l’area della Dirigenza Medica e Veterinaria del Servizio Sanitario Nazionale.

Le attribuzioni del profilo professionale sono quelle previste dall’art. 15 del D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 502, come modificato ed integrato dal D.Lgs. 19 giugno 1999, n. 229 e successive modificazioni.

Il presente bando è disciplinato dalle norme di cui al D.Lgs. 30 dicembre1992 n. 502, al D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487, al D.P.R. 10 dicembre 1997 n. 483, al D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni, alla legge regionale 6 settembre 1983, n. 50 nonché dalla normativa sul pubblico impiego in quanto compatibile.

L’Azienda garantisce parità  e pari opportunità  tra uomini e donne per l’accesso al lavoro e al trattamento sul lavoro, ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modificazioni ed integrazioni.

Il presente bando è riservato al personale precario che risulti in possesso dei requisiti previsti dal Protocollo d’Intesa recepito dalla Regione Veneto con deliberazione n. 3540/2007, di seguito indicati.

1. REQUISITI GENERALI E SPECIFICI PER L’AMMISSIONE

a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;

b) idoneità  fisica all’impiego: l’accertamento di tale requisito – con l’osservanza delle norme in tema di categorie protette – sarà  effettuato da una struttura pubblica del Servizio sanitario nazionale, prima dell’immissione in servizio. E’ dispensato dalla visita medica il personale dipendente da pubbliche amministrazioni e il personale dipendente dagli istituti, ospedali ed enti di cui agli artt. 25 e 26, comma 1, del D.P.R. 20/12/1979, n. 761;

c) Titolo di Studio
- laurea in medicina e chirurgia;

- specializzazione nella disciplina oggetto del concorso ovvero in disciplina equipollente ovvero specializzazione in disciplina affine, come da individuazione con Decreti Ministeriali 30 gennaio 1998 e 31 gennaio 1998 e successive modificazioni ed integrazioni;

- iscrizione all’albo dell’ordine dei medici – chirurghi, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione europea consente la partecipazione al concorso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.

d) essere destinatari del procedimento di stabilizzazione. I destinatari del procedimento di stabilizzazione sono in via esclusiva:

· i soggetti con rapporto di dipendenza a tempo determinato

· i soggetti con rapporto di lavoro autonomo riconducibili alle tipologie degli incarichi di collaborazione coordinata e continuativa, di collaborazione a progetto e libero professionale ex art. 7, comma 6 del D.Lgs. 165/2001

I suddetti soggetti devono:

1. essere in servizio il 24 febbraio 2007, data di entrata in vigore della L.R. 2/2007 (legge finanziaria regionale 2007), presso questa Azienda Ospedaliera e aver maturato, alla stessa data, un’anzianità  di servizio di almeno tre anni anche non continuativi nel quinquennio precedente, presso un’Azienda od Ente del Servizio Sanitario Regionale;

2. essere in servizio il 24 febbraio 2007 presso questa Azienda Ospedaliera e maturare successivamente un’anzianità  di servizio di tre anni nella stessa Azienda, in virtù di contratti stipulati anteriormente alla data del 29.09.2006;

3. essere stati in servizio presso questa Azienda Ospedaliera nel quinquennio anteriore alla data del 24 febbraio 2007 ed aver maturato, alla stessa data, un’anzianità  di servizi di almeno tre anni nel quinquennio precedente, anche non continuativi presso un’Azienda od Ente del Sevizio Sanitario Regionale.

L’anzianità  di servizio è quella maturata con rapporto di dipendenza a tempo determinato e/o con rapporti diversi esclusivamente nelle tipologie previste dal presente bando.

Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità  non sanabile.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione della domanda di ammissione al concorso riservato.

Il difetto anche di uno solo di tali requisiti comporta la non ammissione al concorso.

Sono esclusi dal processo di stabilizzazione i soggetti che al momento della scadenza del presente bando risultino assunti con contratto a tempo indeterminato presso questa Azienda o altra pubblica amministrazione. Il requisito della precarietà  deve essere posseduto anche al momento della effettiva stabilizzazione presso questa Azienda.

2. PROCEDURE PER LA STABILIZZAZIONE

Una volta scaduto il termine di presentazione delle domande ai presenti concorsi riservati, l’Azienda provvederà  alla verifica della sussistenza dei requisiti generali e specifici nonché dell’eventuale collocazione del candidato stesso in graduatoria di pubblico concorso indetto da questa Azienda, relativa alla disciplina e Struttura/U.O e in corso di validità  alla data di adozione della DGR 3540 del 6 novembre 2007 e alla formulazione di due elenchi in conformità  alla nota della Regione del 2 aprile 2008 n. 174846:

A) nel primo elenco saranno collocati i candidati che sono in possesso dei 3 anni di anzianità  e risultino inseriti (idoneità ) in una graduatoria di concorso pubblico, in corso di validità  alla data di adozione della D.G.R. 3540 del 6 novembre 2007, della disciplina e Struttura/U.O. per cui si chiede la stabilizzazione e indetto da questa Azienda; previa domanda di partecipazione al presente concorso riservato, i suddetti candidati saranno assunti direttamente a tempo indeterminato. In caso di più candidati rispetto ai posti individuati dal presente bando si assumerà  come criterio di precedenza la posizione in graduatoria;

B) nel secondo elenco, invece, saranno collocati i concorrenti che siano privi di uno o di entrambi i requisiti di stabilizzazione (3 anni di anzianità  e idoneità  in una graduatoria valida di concorso pubblico) ma che li conseguiranno successivamente alla data di scadenza della presente procedura purchè in forza di un contratto stipulato prima del 29/09/2006. Nel caso in cui il candidata/o non sia idoneo/a in valida graduatoria di pubblico concorso indetto da questa azienda della disciplina e Struttura/U.O. per il quale chiede la stabilizzazione fermo restando il requisito dell’anzianità  triennale lo stesso dovrà  espletare le prove previste dal presente bando di concorso riservato per il quale concorre.

Prima di espletare le prove d’esame previste dal presente bando, l’Azienda provvederà  alla stabilizzazione “automaticamente”, senza che il candidato debba sostenere le prove concorsuali previste dal presente bando, dei candidati che hanno presentato domanda di stabilizzazione e che sono in possesso di tutti i requisiti prescritti per la stabilizzazione (nel caso di più candidati rispetto ai posti individuati, si assumerà  come criterio di precedenza la posizione in graduatoria); pertanto, poiché la stabilizzazione del personale precario deve essere attuata in conformità  alle autorizzazioni Regionali, L’EVENTUALE COPERTURA DI TUTTI I POSTI OGGETTO DEL PRESENTE BANDO MEDIANTE STABILIZZAZIONE “AUTOMATICA”, COMPORTERà€ LA DECADENZA AUTOMATICA DELLA RELATIVA PROCEDURA CONCORSUALE RISERVATA.

3. PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda di ammissione al concorso riservato indirizzata al Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Padova, Via E. degli Scrovegni, 14 – 35131 PADOVA, redatta su carta semplice e firmata dagli interessati, dovrà  essere inoltrata entro il 30° giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente bando, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.

Si considerano prodotte in tempo utile le domande spedite a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento entro il predetto termine; a tal fine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante. Per le domande consegnate a mano al Protocollo Generale dell’Azienda Ospedaliera (Via E. degli Scrovegni, 14 – Padova) farà  fede il timbro a data posto dall’Ufficio.

Ai fini dell’ammissione, nella domanda di cui si allega schema esemplificativo, i candidati DEVONO INDICARE:

- il cognome e nome;

- la data, il luogo di nascita e la residenza;

- il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;

- il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

- le eventuali condanne penali riportate;

- i titoli di studio posseduti per l’ammissione al concorso per cui si intende concorrere;

- il possesso dei requisiti specifici di stabilizzazione previsti dal presente bando;

- di essere/di non essere in possesso di idoneità  in una graduatoria di concorso pubblico indetto da questa Azienda in corso di validità  alla data di adozione della D.G.R. 3540 del 6 novembre 2007, della disciplina e Struttura/U.O. per cui si richiede la stabilizzazione;

- la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari;

- tutti i servizi prestati o/e in essere presso pubbliche amministrazioni/privati in particolare il servizio richiesto dal presente bando per l’ammissione di cui al punto 1 lett. d) e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;

- il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza;

- il consenso all’utilizzo dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.

L’eventuale appartenenza a categorie riservatarie o i titoli preferenziali che possono essere utili ai fini della precedenza in caso di parità  di punteggio (art. 5, D.P.R. n. 487/1994 e successive modificazioni ed integrazioni) devono essere espressamente indicati nella domanda ed allegati nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente.

I candidati portatori di handicap devono specificare l’ausilio necessario in relazione al loro handicap nonché l’eventuale necessità  di tempi aggiuntivi ai sensi della legge 5/02/1992, n. 104.

I candidati possono dimostrare il possesso dei titoli richiesti per l’ammissione mediante la forma di semplificazione delle certificazioni amministrative.

L’Azienda declina fin d’ora ogni responsabilità  per dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte dell’aspirante e da mancata, oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio.

L’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.

La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione.

4. DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

Alla domanda di ammissione al concorso riservato a cui si intende concorrere, in luogo delle dichiarazioni sostitutive (autocertificazioni), possono ESSERE ALLEGATI I SEGUENTI DOCUMENTI:

a) tutte le certificazioni di servizio presso Pubbliche Amm.ni attestanti in particolare il possesso dei requisiti richiesti di cui al punto 1, lett. d) del presente bando nonché tutte le certificazioni di servizio presso Privati;

a) certificazioni attestanti il possesso dei titoli di studio richiesti per l’ammissione di cui al punto 1, lett. c) del presente bando; nell’ipotesi di autocertificazione, il candidato deve precisare nella domanda l’Istituto presso il quale è stato conseguito e l’anno, l’esatta denominazione del titolo di studio;

b) documentazione relativa ai titoli che i candidati ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria (stati di servizio, pubblicazioni, partecipazione a convegni, corsi, eventuali documenti comprovanti il diritto a precedenza o preferenza nella nomina, ecc.)

c) un curriculum formativo e professionale, debitamente documentato o autocertificato, datato e firmato dal concorrente. Non saranno ritenute dichiarazioni sostitutive e quindi non saranno oggetto di valutazione le dichiarazioni contenute nel curriculum non autocertificate ai sensi del DPR 445/2000.

d) un elenco in duplice copia e in carta semplice, datato e firmato, dei documenti e dei titoli presentati.

e) per coloro che rientrano nel 2° elenco di cui al punto 2 lett. B) è richiesta la ricevuta in originale comprovante l’avvenuto versamento entro i termini di scadenza del bando della tassa di concorso, (non rimborsabile) di € 20,66 da versare a mezzo vaglia postale intestato: Tesoriere Azienda Ospedaliera di Padova – Cassa di Risparmio PD/RO Via Jappelli 14 – 35121 Padova ovvero tramite bonifico bancario – COD. IBAN IT20K062251218606700007584S, precisando la causale del versamento;

I titoli suindicati devono essere prodotti in originale o in copia autenticata nei modi di legge ovvero autocertificati. E’ facoltà  del candidato presentare, ai sensi artt. 46 e 47 DPR 445/2000, le dichiarazioni sostitutive (autocertificazioni) in luogo delle certificazioni rilasciate dall’autorità  competente. In caso di presentazione di dichiarazioni sostitutive le stesse devono essere comunque rese nei modi previsti dal DPR 445/2000.

Si fa presente che a tal fine lo schema di domanda allegato è predisposto affinchè il candidato possa redigere la domanda contestualmente alle dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà  e alle dichiarazioni sostitutive di certificazioni (autocertificazioni).

Ai sensi dell’art. 19 del predetto decreto I TITOLI OGGETTO DI VALUTAZIONE DELLA COMMISSIONE ESAMINATRICE POSSONO ESSERE PRESENTATI dal concorrente ANCHE IN FOTOCOPIA SEMPLICE con dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà  che ne attesti la conformità  all’originale, in sostituzione del documento originale (compresi i titoli di studio, di servizio, le pubblicazioni, corsi, convegni, etc.). Tale dichiarazione può essere resa contestualmente alla domanda ovvero redatta in un foglio a parte (vedi a tal fine lo schema allegato alla domanda); nel caso invece il candidato non possa produrre la fotocopia semplice dei titoli potrà  dichiarare il possesso degli stessi sempre con dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà  con la clausola specifica delle sanzioni penali (previste dall’art. 76 del DPR 445/2000) per le ipotesi di falsità  in atti; in ogni caso allegare fotocopia di un valido documento di identità  personale.

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa.

Le pubblicazioni devono essere presentate in fotocopia semplice con dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà  che ne attesti la conformità  all’originale, in sostituzione del documento originale.

5. VALUTAZIONE DEI TITOLI

I titoli sono valutati dalla Commissione esaminatrice, ai sensi degli artt. 20, 21, 22, 23 e 27 del D.P.R. 10 dicembre 1997 n. 483 e successive modificazioni.

In particolare, ai sensi dell’art. 27 del predetto decreto, la Commissione dispone di 20 punti così ripartiti:

a) titoli di carriera: 10

b) titoli accademici e di studio: 3

c) pubblicazioni e titoli scientifici: 3

d) curriculum formativo e professionale: 4

Titoli di carriera (max p. 10)

a) servizi di ruolo prestati presso le unità  sanitarie locali o le aziende ospedaliere e servizi equipollenti ai sensi degli articoli 22 e 23:

1) servizio nel livello dirigenziale a concorso, o livello superiore, nella disciplina, punti 1,00 per anno;

2) servizio in altra posizione funzionale nella disciplina a concorso, punti 0,50 per anno;

3) servizio in disciplina affine ovvero in altra disciplina da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti rispettivamente del 25 e del 50 per cento;

4) servizio prestato a tempo pieno da valutare con i punteggi di cui sopra aumentati del 20 per cento;

b) servizio di ruolo quale medico presso pubbliche amministrazioni nelle varie qualifiche secondo i rispettivi ordinamenti, punti 0, 50 per anno.

I periodi di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi, di ferma volontaria e di rafferma, prestati presso le Forze armate e nell’Arma dei carabinieri sono valutati con i corrispondenti punteggi previsti per i concorsi disciplinati dal più volte citato D.P.R. n. 483/1997 per i servizi presso pubbliche amministrazioni.

Per le attività  espletate in base a rapporti convenzionali di cui all’art. 21 comma 1 del predetto decreto, i relativi certificati di servizio devono contenere l’indicazione dell’orario di attività  settimanale.

Titoli accademici e di studio ( max p. 3)

a) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, punti 1,00;

b) specializzazione in una disciplina affine, punti 0,50;

c) specializzazione in altra disciplina, punti 0,25;

d) altre specializzazioni di ciascun gruppo da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti del 50 per cento;

e) altre lauree, oltre quella richiesta per l’ammissione al concorso comprese tra quelle previste per l’appartenenza al ruolo sanitario, punti 0,50 per ognuna, fino ad un massimo di punti 1,00.

Non è valutabile la specializzazione fatta valere come requisito di ammissione.

La specializzazione conseguita ai sensi del D. Lgs. 8 agosto 1991 n. 257, anche se fatta valere come requisito di ammissione, è valutata con uno speciale punteggio pari a mezzo punto per anno di corso di specializzazione (a tal fine, nel diploma e/o certificato di specializzazione ovvero nell’eventuale autocertificazione di possesso di tale titolo deve essere specificato se la specializzazione medesima è stata conseguita ai sensi del D.Lgs. n. 257/91 nonché la durata del corso di studi).

Per la valutazione delle pubblicazioni e titoli scientifici (max punti 3) nonché del curriculum formativo e professionale (max punti 4), si applicano i criteri previsti dall’art. 11 del decreto n. 483/1997.

Non saranno valutati i titoli presentati oltre il termine di scadenza del presente bando, né saranno prese in considerazione copie di documenti non autenticate ai sensi di legge.

Commissioni esaminatrici e prove d’esame

La Commissione sarà  costituita come stabilito dagli articoli 5, 6 e 25 del D.P.R. n. 483/1997.

Le prove d’esame sono le seguenti:

Prova scritta (max punti 30):

relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa.

Prova pratica (max punti 30):

1. su tecniche e manualità  peculiari della disciplina a concorso.

2. per le discipline dell’area chirurgica la prova, in relazione anche al numero dei candidati, si svolge su cadavere o materiale anatomico in sala autoptica, ovvero con altra modalità  a giudizio insindacabile della commissione.

La prova pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto.

Prova orale (max punti 20):

sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire.

La data e la sede in cui si svolgeranno le prove saranno comunicate ai candidati, a cura della Commissione esaminatrice, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, almeno venti giorni prima della data fissata per l’espletamento delle medesime.

Ove la Commissione stabilisca di non procedere nello stesso giorno all’effettuazione di tutte le prove, la data delle stesse sarà  comunicata ai concorrenti, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, non meno di quindici giorni prima dell’inizio delle prove scritte ed almeno venti giorni prima di quello della prova orale.

Il superamento di ciascuna delle previste prove d’esame è subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, corrispondente a 21/30 per la prova scritta e per la prova pratica e 14/20 per la prova orale.

La valutazione di merito delle prove giudicate sufficienti è espressa da un punteggio compreso tra quello minimo per ottenere la sufficienza e quello massimo attribuibile per ciascuna prova.

L’ammissione alla prova pratica è subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza nella prova scritta.

L’ammissione alla prova orale è subordinata al conseguimento di una valutazione di sufficienza nella prova pratica.

I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di concorso nei giorni, nell’ora e nella sede stabilita, saranno dichiarati esclusi dal concorso, qualunque sia la causa dell’assenza anche se non dipendente dalla volontà  dei singoli concorrenti.

6. GRADUATORIE, TITOLI DI PRECEDENZA E PREFERENZA

Al termine delle prove d’esame, la Commissione esaminatrice formula la graduatoria di merito dei candidati.

E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove d’esame, la prevista valutazione di sufficienza.

La graduatoria di merito è formata secondo l’ordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, con l’osservanza, a parità  di punti, delle preferenze previste dall’art. 5 del D.P.R. n. 487/1994 e successive modificazioni. Sono fatte salve, nei termini previsti dall’art. 3, comma 3, del D.P.R. n. 220/2001, le percentuali da riservare alle categorie di cui alla legge 12 marzo 1999, n. 68, nonché ad ogni altra vigente disposizione di legge in materia.

Il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera, riconosciuta la regolarità  degli atti del concorso, provvede con propria deliberazione all’approvazione della graduatoria e alla dichiarazione dei vincitori.

Le graduatorie potranno essere utilizzate nei termini di validità  previsti dalla normativa vigente per le graduatorie di concorso pubblico, esclusivamente con i limiti e le modalità  previsti dalla D.G.R. 3540/2007.

La graduatoria sarà  pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.

7. ADEMPIMENTI DEI VINCITORI E CONFERIMENTO DEI POSTI

Il/i vincitore/i sarà /saranno invitati dall’Azienda Ospedaliera di Padova, ai fini della stipula del contratto individuale di lavoro, a presentare i documenti corrispondenti alle dichiarazioni rese nella domanda e i documenti richiesti per l’assunzione, entro 30 giorni dalla data di comunicazione, a pena di decadenza nei diritti conseguenti alla partecipazione al concorso stesso.

L’Azienda, verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del contratto nel quale sarà  indicata la data di presa servizio. Gli effetti economici decorrono dalla data di effettiva presa di servizio.

Scaduto inutilmente il termine fissato per la presentazione della documentazione, non si darà  luogo alla stipulazione del predetto contratto.

La conferma dell’assunzione, a tutti gli effetti, sarà  acquisita dopo il superamento con esito favorevole del periodo di prova che non può essere rinnovato o prorogato alla scadenza.

8. INFORMATIVA EX ART. 13 D.LGS. 196/2003 (CODICE PRIVACY)

L’Azienda, in qualità  di titolare del trattamento dei dati personali, nella persona del Direttore Generale pro – tempore, La informa che i dati personali ed eventualmente sensibili, raccolti con la domanda di partecipazione al concorso pubblico saranno trattati esclusivamente per lo svolgimento delle procedure descritte nel bando, finalizzate alla predisposizione della relativa graduatoria, nonché per i controlli, previsti dall’art. 71 del DPR 445/2000, sulla veridicità  delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni o di atti di notorietà . I dati saranno trattati dagli incaricati dell’ufficio responsabile della procedura e dai membri della commissione giudicatrice all’uopo nominata, sia su supporto cartaceo che con l’ausilio di strumenti elettronici, nel rispetto delle regole previste dal codice privacy.

Nell’evidenziare che il conferimento all’Azienda dei dati personali ed eventualmente sensibili richiesti, ha natura obbligatoria, si precisa che il mancato conferimento degli stessi comporterà  l’esclusione dal concorso pubblico Completata la procedura concorsuale, la documentazione presentata dai candidati potrà  essere ritirata, previa richiesta da presentare all’ufficio responsabile della procedura concorsuale, a partire dal centoventunesimo giorno successivo alla pubblicazione della graduatoria all’albo dell’Azienda, salva l’ipotesi in cui siano stati presentati ricorsi per l’annullamento della procedura stessa.

L’eventuale trattamento di dati idonei a rivelare lo stato di salute potrà  avvenire nei casi specifici in cui il candidato presenti una causa di preferenza ovvero appartenga a categorie protette o chieda il rispetto delle condizioni sulla parità  di accesso ai concorsi pubblici.

L’Azienda informa, infine, che in qualità  di interessato al trattamento, potrà  esercitare in qualsiasi momento i diritti previsti dall’art. 7 del D.Lgs. 30/06/2003, n. 196, tra i quali: accedere ai propri dati, richiederne la modifica o la cancellazione oppure opporsi in tutto o in parte al loro utilizzo per motivi legittimi – presentando apposita istanza al responsabile del trattamento dei dati, nella persona del Direttore della Struttura Complessa Interaziendale Amministrazione del Personale.

9. NORME FINALI

Ferme restando le sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, per le ipotesi di falsità  in atti e dichiarazioni mendaci, qualora dal controllo sulla veridicità  delle dichiarazioni sostitutive rese dai concorrenti emerga la non veridicità  del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera (art. 75). L’Azienda si riserva la facoltà  di prorogare, sospendere o revocare il presente concorso o parte di esso, qualora ne rilevasse la necessità  o l’opportunità  per ragioni di pubblico interesse.

Con la partecipazione al concorso riservato, è implicita da parte dei concorrenti l’accettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente bando, nonché di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del personale delle Unità  Sanitarie Locali e delle Aziende Ospedaliere.

Per informazioni rivolgersi al Dipartimento Interaziendale Amministrazione e Gestione del Personale/Procedure di Assunzione – Via Giustiniani, 2 – 35128 PADOVA – Telefono 049/821.8208 – 3938 – 3793 – 8207 – 8206.

Pubblicato nella G.U. n. del – IV Serie Speciale

“Esente da bollo ai sensi del D.P.R. 26/10/1972, N. 642 e successive modificazioni”.

IL DIRETTORE GENERALE

(Dott. Adriano CESTRONE)

SCHEMA DI DOMANDA

DA SCRIVERE A MACCHINA O IN STAMPATELLO IN CARTA SEMPLICE AL DIRETTORE GENERALE AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA.

Il/La sottoscritto/a _________ chiede di partecipare al concorso pubblico riservato al personale precario a n ._________ posto di ____________________________________ per la U.O./struttura ____________________

A tal fine dichiara, sotto la propria responsabilità  ai sensi artt. 46, 47 e 19 del DPR 445/2000, consapevole delle sanzioni civili e penali di cui all’art. 76, per le ipotesi di falsità  in atti, quanto segue:

A) di essere nato/a ______ il _______ e residente a ________________________

B) di essere in possesso della cittadinanza italiana (ovvero indicare i requisiti sostitutivi della cittadinanza italiana);

C) di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di _______________ (ovvero precisare i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste elettorali)

D) di non avere riportato condanne penali (ovvero precisare le condanne penali riportate e i procedimenti in corso);

E) di essere in possesso dei seguenti titoli di studio per l’ammissione _________ conseguiti in data _____________ presso _________________________________ ovvero allegare fotocopia dei titoli; (nell’ipotesi la specializzazione venga autocertificata il candidato deve precisare la sede, la dicitura della disciplina, l’anno, se la stessa è stata conseguita a sensi del D. L.g.vo 257/91 con l’indicazione della durata legale del corso).

- di essere iscritto all’albo dell’Ordine dei Medici dal ___________ presso______;

F) di trovarsi in una delle sotto indicate
fattispecie: ________________________________________________________________________

1) essere in servizio il 24 febbraio 2007, data di entrata in vigore della L.R. 2/2007 (legge finanziaria regionale 2007), presso questa Azienda Ospedaliera e aver maturato, alla stessa data, un’anzianità  di servizio di almeno tre anni anche non continuativi nel quinquennio precedente, presso un’Azienda od Ente del Servizio Sanitario Regionale;

2) essere in servizio il 24 febbraio 2007 presso questa Azienda Ospedaliera e maturare successivamente un’anzianità  di servizio di tre anni nella stessa Azienda, in virtù di contratti stipulati anteriormente alla data del 29.09.2006;

3) essere stati in servizio presso questa Azienda Ospedaliera nel quinquennio anteriore alla data del 24 febbraio 2007 ed aver maturato, alla stessa data, un’anzianità  di servizi di almeno tre anni nel quinquennio precedente, anche non continuativi presso un’Azienda od Ente del Sevizio Sanitario Regionale.

L’anzianità  di servizio è quella maturata con rapporto di dipendenza a tempo determinato e/o con rapporti diversi esclusivamente nelle tipologie previste dal presente bando.

F) di essere/di non essere in possesso di idoneità  in una graduatoria di concorso pubblico in corso di validità  alla data di adozione della D.G.R. 3540 del 6 novembre 2007, indetto da questa Azienda relativa alla disciplina e Struttura/U.O. per cui si richiede la stabilizzazione;

G) di essere in possesso e/o aver partecipato _________ (da utilizzare per autocertificare eventuali partecipazioni a corsi, congressi, convegni di cui non si è in grado di produrre la documentazione);

H) di avere prestato servizi presso Pubbliche Amministrazioni e/o privati (indicare in modo dettagliato i servizi prestati o in essere e precisare es.: l’Ente, la tipologia del rapporto di lavoro (lavoro dipendente a tempo determinato, incarico libero professionale/co.co.co./co.co.pro) qualifiche rivestite, date iniziali e finali del servizio, aspettative senza assegni, part – time etc. ovvero allegare una fotocopia semplice delle certificazioni di servizio) (1)

I) di avere prestato servizio militare in qualità  di _____________ dal ____________ al _________
presso ____________________

L) di non essere stato escluso/a dall’elettorato attivo e di non essere stato/a destituito/ dispensato/a dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità  non sanabile;

M) di dare il consenso all’utilizzo dei dati personali ai sensi del decreto legislativo n. 196/2003;

N) dichiarazione sostitutiva atto di notorietà  (art. 47 e art. 19 DPR n. 445/2000) consapevole delle sanzioni previste dall’art. 76 del DPR n. 445/2000 per le ipotesi di falsità  in atti dichiaro che le fotocopie dei documenti allegate alla domanda, agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria sono conformi all’originale (elencare singolarmente di seguito solo le fotocopie:

1) _______ 2) ________ ecc.

Il candidato dovrà  inoltre allegare alla domanda stessa fotocopia semplice di un documento di riconoscimento valido.

Fa presente di aver diritto:

- ALLA RISERVA DEI POSTI e/o ALLA PREFERENZA in caso di parità  di merito e di titoli, in quanto ………..………….(numero figli a carico o di essere in possesso di altri titoli utili ai sensi degli art. 5 del DPR 9.5.94 n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni);

- ALL’AUSILIO DI ……………………. in relazione al proprio handicap nonché alla necessità  di tempi aggiuntivi ……….. (Tale precisazione è richiesta solo ai candidati portatori di handicap, ai sensi della L. 5/02/1992 n. 104).

Chiede, infine, che ogni comunicazione relativa alla presente domanda, venga fatta al seguente indirizzo: Sig. _____________Via _______________ C.A.P. ___________ Comune ___________ Provincia ___________ Telefono _______________

Data_________________

FIRMA (per esteso)

N O T E (1) indicare le cause della risoluzione dei precedenti rapporti di pubblico impiego, ad es: dimissioni volontarie, scadenza del termine.

Il Direttore Generale Dott. A. Cestrone

 




  1. No Comments

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca