02
dic
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (12 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Attività  in Comune, Gazzettino and Politica  |1 commento   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Dall’articolo de Il Gazzettino di oggi 2 dicembre, con le dichiarazioni dell’esponente dell’Unione Generale Lavoratori Fabio Beltempo a proposito della spesa alimentare “low cost”, di 5,10,15 euro promossa dal Comune di Padova rilevatasi un “flop”.

«Non è con le offerte low cost dei piccoli alimentari né con la cosiddetta “spesa amica” che si risolve la crisi dei consumi: queste sono azioni dall’evidente scopo propagandistico e demagogico che si rivelano totalmente inutili per i cittadini padovani in difficoltà ». A dichiararlo è Fabio Beltempo, segretario provinciale dell’Unione territoriale dell’Ugl di Padova, commentando l’ultima iniziativa dell’amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni di categoria. «Mi sembra che una borsa da 5 euro contenente pane, fette biscottate, marmellata o altro assomigli più ad una normale promozione che tutti i negozi o i supermercati fanno periodicamente senza tanto chiasso che ad uno sforzo di amministrazione comunale e categorie per venire incontro ai cittadini. Ma ci prendono in giro? Pensano forse che i padovani siano così sprovveduti da non capire queste manovre di marketing? Avrei capito se ci fosse stato lo sconto su tutti i beni alimentari presenti nei negozi, con libero acquisto da parte del cliente, ma il pacchetto preconfezionato è davvero una presa in giro perché sicuramente il consumatore sarà  indotto ad acquistare la borsa attirato dal prezzo, ma dentro essa conterrà  almeno un bene che non avrebbe acquistato di sua spontanea volontà .
«Se si volesse dare davvero la giusta attenzione ai ceti bassi e medio-bassi” – riprende Beltempo – l’amministrazione comunale interverrebbe in modo concreto su bollette, tasse, costi di parcheggio, trasporto pubblico, controllo dei prezzi degli alimentari e quant’altro, facendosi garante con i suoi cittadini di dare una continuità  nell’affrontare la crisi, non di agire a spot, con trovate propagandistiche occasionali che non si rivelano alla fine di nessuna utilità »
«Dal Governo – continua il Segretario dell’Ugl con il dl anticrisi sono arrivate alcune risposte emergenziali a sostegno delle fasce più povere della società . E’ stata accolta la richiesta dei sindacati di sospendere la detassazione degli straordinari, misura che in un momento di crisi rischierebbe di abbassare ulteriormente il tasso di occupazione, elevando invece a 35mila curo la soglia di reddito per i premi di produttività  includendo, come chiesto più volte dall’ Ugl, anche le forze dell’ordine. Mi auguro quindi che anche il Comune di Padova voglia intervenire a sua volta per venire incontro ai cittadini».




  1. 1 Perla 12-10-2008

    E’ vero, lo scopo è indubbiamente propagandistico e demagogico, ed inoltre pare che la manovra nemmeno abbia funzionato per un ritardo nella consegna delle buste e del materiale informativo ai commercianti…
    Per quanto riguarda l’altra questione sollevata dal Segretario dell’Ugl, la richiesta di interventi concreti da parte della Giunta su bollette, tasse, costi di parcheggio ecc, penso che abbia ragione, ma credo anche che non sia di facile realizzazione quando mancano i fondi ed i conti del bilancio comunale sono in rosso…. Una gestione intelligente della cosa pubblica richiede competenza, degli interventi strutturali, non occasionali, il controllo degli sprechi, un’amministrazione oculata, non speculativa dei soldi pubblici, una pianificazione non improvvisata, ma a lungo termine e servono delle priorità  e degli obiettivi chiari, da perseguire con rigore e coerenza. L’attuale Giunta, invece, ha prodotto una politica fallimentare su tutti i fronti ed i cittadini ne sono pienamente consapevoli. Attraverso degli espedienti quale la distribuzione episodica di pane e latte o di sacchetti della spesa preconfezionati tenta di riguadagnare consensi sottovalutando, anzi offendendo l’intelligenza degli elettori.

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca