15
lug
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (18 voti, media: 4.94 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Attività  in Comune and Politica  |11 commenti    |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

consiglio-comunaleL’ufficio di presidenza del Consiglio comunale è formato dal presidente del Consiglio comunale e dai due vice presidenti, di cui uno in rappresentanza della minoranza.
Tale struttura serve a garantire la principale prerogativa del Consiglio, che è quella di essere organo di controllo e verifica dell’attività amministrativa, oltre che di indirizzo.
Nella precedente amministrazione, nel ruolo era stata nominata Benedetta Nicolini, che sostanzialmente non lo ha mai espletato, in quanto sempre assente sia nelle conferenze dei capigruppo, nelle Commissioni e in Consiglio Comunale. Per fortuna della Minoranza Presidente del Consiglio era Milvia Boselli, che non ne ha fatto pesare oltremodo la mancanza…Oggi Presidente del Consiglio è Daniela Ruffini, che conserva anche il ruolo di capogruppo di Rifondazione Comunista. Come farà ad essere “super partes” nel ruolo di Presidente del Consiglio se contemporaneamente dovrà difendere le prerogative del suo partito? Il regolamento non prevede la rinuncia alla funzione di capogruppo, ma l’opportunità al di là delle regole lo imporrebbe!
Il ruolo e la funzione infatti implicano un distacco che il precedente Presidente aveva dimostrato di possedere. Diventa allora essenziale oggi più di ieri il ruolo di Garanzia che ha e che deve esercitare il Vice Presidente in rappresentanza della Minoranza, anzi l’unica istituzionalmente riconosciuta.
Dispiace che si vuole mistificare ad arte questo ruolo di Garanzia con frasi del tipo: “Come si può rifiutare la candidatura della Ruffini a presidente del Consiglio e poi accettare di condividerla votando con la sinistra un nostro vicepresidente?” (Gazzettino 15 luglio, pag 1-5) oppure: “Come per la vicepresidenza data ad Avruscio: andava rifiutata perché non si può essere vassalli della Ruffini” (Mattino di Padova, pag 17).
Alcune considerazioni:
1)    Il ruolo e la funzione di Vicepresidente del consiglio come espressione della Minoranza, è a Garanzia proprio dei consiglieri di Minoranza. Questa unica figura istituzionale è prevista obbligatoriamente per Legge, per impedire un marcato sbilanciamento a favore della Maggioranza, già largamente e diffusamente tutelata.
2)    Se le affermazioni riportate dai quotidiani sono vere, cioè che non si doveva procedere alla designazione del vicepresidente per la Minoranza, perché gli stessi che oggi gridano allo scandalo avevano preparato una lista di 7 nomi (sulla carta), che avrebbe dovuto sancire la nomina del Consigliere Cavatton a quella vicepresidenza?
3)    Quando Bertinotti, segretario di Rifondazione Comunista, fu designato alla Presidenza della Camera con il governo Prodi, la Minoranza doveva rinunciare a svolgere il proprio ruolo Costituzionale con la nomina del Vicepresidente? Così non è stato e neanche lontanamente paventato.
4)    Non riconoscere e anzi delegittimare il voto democratico contro la tutela della stessa Minoranza, non è un segnale di autoritarismo e di anti-politica?
5)    Se è vero che gli antagonisti in politica sono avversari  e non dei nemici, come frequentemente ripetuto dagli stessi, la decisione della Maggioranza del Consiglio di eleggere come Presidente Ruffini, scelta opinabile e criticabile quanto si voglia, è da combattere politicamente con le armi a disposizione della Democrazia o è da demonizzare, togliendo tra l’altro l’unico incarico istituzionale a disposizione che tutela la Minoranza?
Molte altre cose sarebbero da dire e approfondire sul passato, sul presente e sul futuro dell’azione politica, ma su tutte spero che prevalga lo spirito di squadra. Per quello che mi riguarda, essere stato eletto al ruolo di Vicepresidente da parte di tutti i partiti di minoranza, mi carica di un’ulteriore Responsabilità a cui non posso che ottemperare con tutto l’impegno possibile. Come 5 anni di opposizione a Zanonato hanno dimostrato, dentro e fuori del Consiglio Comunale. Oggi, a Padova si cambia!




  1. 1 italo alemanno 7-15-2009

    Sempre avanti!

  2. 2 Massimo Bertoli 7-16-2009

    Caro Giampiero,
    realismo e onestà ti caratterizzano da sempre. La tua attività nel Consiglio precedente e la mole dei consensi personali ottenuti con le preferenze sono una garanzia che lavorerai al meglio per quanto possibile, anche da una posizione scomoda di minoranza.
    Non dimenticare che rappresenti una minoranza molto forte, molto vicina al 50% dei cittadini di Padova e buon lavoro

  3. 3 Loredana Vido 7-16-2009

    Caro Giampiero,
    ho letto oggi con immenso piacere che sei stato eletto vice presidente del Consiglio Comunale. Te lo sei proprio meritato.
    Spero che questo sia la prima tappa della successiva a quella di futuro Sindaco o di un posto prestigioso nella prossima giunta Regionale.
    Persone come te , preparate, pacate, competenti e sopratutto oneste devono essere avviate nell’ottica di un rinnovamento del PDL ad assumere ruoli chiave nel partito.
    Un grosso abbraccio da chi ti stima in maniera disinteressata

  4. 4 Bruno 7-16-2009

    Caro Giampiero…… complimenti per la nomina! Non ci resta che farci gli auguri e lavorare per una compattezza di intenti, l’unica cosa che interessa veramente agli elettori, senza se e senza ma, magari con qualche decapitazione, che la gente si aspetterebbe pure…..
    Tu vai sereno che sei nel giusto!.
    A presto!.

  5. 5 Federica 7-16-2009

    Ciao Giampiero…congraturazioni vivissime per la tua candidatura. Da sempre ti stimo e ammiro per la tua
    professionalità ma soprattutto per il tuo grande animo onesto ed altruista.
    Oggi, a Padova si cambia…grazie a persone come te!
    Con affetto,
    Federica.

  6. 6 Giuseppe 7-17-2009

    Congratulazioni Giampiero per la tua nomina a vipresidente.
    Un abbraccio!

  7. 7 Giovanni 7-17-2009

    Caro Giampietro,
    la notizia della tua nomina è il primo sprazzo di luce nel grigiore e nell’attuale confusione…
    ti sono come sempre,vicino.

  8. 8 Mario 7-18-2009

    Complimenti Giampiero ! Vedi, loro pretendono la tutela della minoranza solo quando la minoranza/opposizione sono loro ! La asserita pretesa e sbandierata democrazia è a binario unico.
    Per il bene dell’Italia e degli Italiani spero e auguro che siano sempre all’opposizione !!
    Padova è tutto un capitolo a parte e anche comprensibile per chi un pò conosce le figure che giocano …
    Gli articoli che hai citato sono penosi. Chi non ha altri argomenti si esprime così !
    Forza e complimenti!!

  9. 9 stefania rizzi 7-20-2009

    Bravissimo Giampi!!!,la lotta sarà dura,ma tu con il tuo carattere,fermo,equilibrato ed onesto,riuscirai a dare soddisfazione ai tuoi elettori,ed a sistemare le cose…sbagliate in città!,resisti ancora 5 anni,poi ti vogliamo sindaco!
    I miei rallegramenti e tutta la mia stima e fiducia,IN TE !!!!
    Ti abbraccio
    Stefania Rizzi.

  10. 10 Andrea 7-31-2009

    Ciao Giampiero, l’equilibrio, la tolleranza e l’onestà  alla lunga pagano, ti auguro un buon lavoro nell’interesse di noi cittadini! Forza e coraggio!

  11. 11 lucio 8-3-2009

    Caro Giampiero,sono molto confortato dal fatto che abbiano individuato in te la persona di qualità per l’importante e prestigioso incarico…allora nulla è perduto!
    Hai la professionalità, la preparazione,l’intelligenza e l’ironia per importi al meglio e, soprattutto ad un certo livello ma, ti prego, lascia perdere “il conflitto d’interesse” della Ruffini (tutti i politici in qualunque incarico sono legati al proprio partito, ma l’importante è vedere come operano), vola alto!
    I miei rallegramenti, Lucio.

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca