28
nov
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (10 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Attività  in Comune, Politica and Precari  |2 commenti    |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Lunedi 30 Novembre alle ore 20,30 circa a Palazzo Moroni, sede del Consiglio Comunale di Padova, verrà presentata la seguente Mozione Urgente:

protestapersonalesanitario025

MOZIONE
A SOSTEGNO DEI DIRIGENTI PRECARI DELLA SANITA’
IL CONSIGLIO COMUNALE
Alla luce della recente sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato  l’illegittimità costituzionale della legge della Regione Veneto 26 giugno 2008, n. 3 (Interpretazione autentica dell’articolo 2 della legge regionale 16 agosto 2007, n. 22, che prevedeva la Stabilizzazione dei dirigenti precari della Sanità.
Visto che a fine dicembre 2009 sono in scadenza i contratti di circa 500 dirigenti precari tra medici, veterinari, psicologi, biologi, farmacisti e altre figure di dirigenti che operano nelle nostre strutture Socio-sanitarie di Padova e del Veneto
Considerato che la maggior parte di questi contratti non potranno essere ulteriormente rinnovati secondo quanto previsto dalla Normativa nazionale (Legge 24 dicembre 2007 sul Protocollo Walfare, in particolare l’articolo 40)
Constatato che le Aziende Sanitarie cittadine ricorrono a tale tipologia di contratti per sopperire alle carenze di organico, al fine di non interrompere alcuni pubblici servizi essenziali, a garanzia della continuità assistenziale
Ricordato che il Consiglio Comunale di Padova nella passata legislatura aveva incontrato e manifestato solidarietà al Comitato Dirigenti Precari della Sanità del Veneto e sollecitato la Regione Veneto a sanare la situazione dei dirigenti precari
Evidenziato che in altre Regioni come l’Emilia Romagna, la Calabria e la Sicilia si è provveduto o si sta provvedendo alla stabilizzazione dei dirigenti precari
Sottolineato che l’Assessore alla Sanità della Regione Veneto ha più volte dichiarato che le strutture sanitarie del Veneto sono nella situazione di una grave carenza di organico
INVITA
La Regione Veneto e l’Assessore alle Politiche Sanitarie di attuare urgenti provvedimenti per la stabilizzazione dei dirigenti precari della Sanità, i cui contratti sono in scadenza il 31 dicembre 2009, al pari di altre Regioni.
Giampiero Avruscio




  1. 1 Franco 11-29-2009

    Caro Giampiero nel ringraziarti per il tuo impegno che ha un alto valore civile, ma è anche la dimostrazione di una grande sensibilità professionale nei confronti di colleghi che hanno dimostrato, senza ombra di dubbio, grande preparazione tecnica, disponibilità umana e capacità di rispondere efficacemente ai programmi dei servizi. Naturalmente vi è anche un valore politico nel tuo agire che ti fa onore nello svolgere il tuo ruolo di consigliere comunale. Questi dirigenti precari sono una ricchezza per i cittadini e non può essere dissipata. La loro presenza nei servizi sanitari di interesse pubblico è il risultato di una verificata capacità reale dimostrata nel corso degli anni in una condizione di precarietà, se è vero che competenza ed efficacia debbano essere i tratti distintivi della nuova pubblica amministrazione, loro ne sono un esempio fulgido che deve essere conservato per l’innovazione. Aderisco pertanto alla tua iniziativa
    ancora grazie ed un caro saluto

  2. 2 Flavia Canè 11-30-2009

    Aderisco appieno nel sostenere la causa giusta dei precari, che spero possano presto essere regolarizzati.
    Sono sconcertata, invece, dall’aver appreso che i sacerdoti che, lavorano in ospedale, come volontari, siano stipendiati.
    Un saluto ed un in bocca al lupo
    Flavia Canè

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca