31
lug
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (21 voti, media: 4.43 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Gazzettino, Politica and Precari  |4 commenti    |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Dalle ore 13,50 di oggi, i Precari sono meno precari: l’Emendamento alla Finanziaria che rende possibile la stabilizzazione dei Dirigenti Precari della Sanita’ e’ stato proprio oggi approvato dal Consiglio Regionale Veneto, che diventa la prima Regione in Italia ad aver scelto la strada di una Legge Regionale … finalmente la luce! Un fine luglio molto “caldo” anche per tutto l’impegno e l’attivita’ svolti insieme a chi e’ riuscito a sollevare la testa e a denunciare una condizione di “clandestinita’ ” ormai diventata insopportabile: riunioni, la Mozione presentata, discussa e approvata in Comune, l’incontro con i capigruppo comunali e regionali, molti articoli, interviste… Tutto cio’ perche’ l’emendamento a firma Padrin e Sernagiotto trovasse celere discussione e approvazione in Consiglio Regionale! Non solo siamo riusciti a sensibilizzare molta parte dell’opinione pubblica verso una realta’ affatto conosciuta, anzi nascosta e ghettizzata, meno visibile addirittura rispetto alla condizione dei medici in formazione, cioe’ degli specializzandi che hanno conquistato un contratto di molto piu’ favorevole e “garantista” rispetto a quello dei medici gia’ formati, che operano al pari dei colleghi dipendenti nelle strutture del SSR e che ricordo ancora una volta, grazie al loro contributo molte strutture e servizi sarebbero costretti all’interruzione di Pubblico Servizio. E’ stato possibile altresi’ esercitare quel “pressing” indispensabile perche’ la Politica e gli Amministratori aprissero ancora di piu’ gli occhi verso un diritto primario della persona, eliminando l’abuso che e’ stato esercitato da un  prolungato e angustiante e vessatorio lavoro qualificato ma precario! Da oggi inizia un nuovo capitolo: godiamoci questo proficuo risultato conquistato, ma prepariamoci ad un autunno altrattanto “caldo”.

Segnalo un bell’articolo di R.Mazzaro sui precari, pubblicato suwww.precarius.com




  1. 1 NICO 8-2-2007

    Non faccio parte dei precari, ma ho seguito comunque con interesse questo problema fin dall’inizio e credo che il risultato ottenuto
    sia in gran parte merito tuo che come sempre con tenacia e molto impegno porti avanti i problemi di chi ti sta vicino.

  2. 2 Giampiero 8-2-2007

    Ti ringrazio per l’attestato di stima… penso che quando i problemi siano condivisi e affrontati insieme, anche da chi apparentemente non ne subisca direttamente le conseguenze, si arrivi sempre ad una soluzione! E’ forse il modo migliore di intendere la Politica, quella che guarda alla Comunita’…

  3. 3 Vincenzo Vindigni 8-22-2007

    Tornando dalle ferie estive ho trovato nella cassetta della posta la copia della mozione di sostegno ai precari della sanità , approvata nella seduta del Consiglio Comunale del 09 Luglio 2007, che esprime la piena solidarietà  agli Operatori della Sanità  che da anni vivono il problema della precarietà  nel loro lavoro e nella loro vita familiare e professionale. Questa mozione mi ha fatto ricordare l’impegno del Dr Giampiero Avruscio nel sostenere la causa dei medici precari e soprattutto l’importanza di una stretta collaborazione tra colleghi per risolvere una così importante problematica. Mi fa inoltre piacere sottolineare la non comune capacità  del Dr. Avruscio di saper seguire, sapendo sempre dare un giusto consiglio, i giovani medici nelle loro difficoltà  quotidiane.

  4. 4 Giampiero 8-26-2007

    Grazie per la stima… ma come vedi ancora non e’ finita! L’Emendamento approvato in Regione parla di Medici e Veterinari, mentre noi abbiamo sempre sostenuto che l’Emendamento dovesse riguardare tutte le figure professionali della Dirigenza Sanitaria… il “sentire” come proprio un problema di un altro e’ alla base di qualsiasi azione umana, politica, civile… e questo e’ il momento di dimostrarlo!

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca