11
feb
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (8 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Attività  in Comune and Politica  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post
cronaca63644921406082919_big

Breznev (URSS) e Honecher (DDR)

Golpe della maggioranza. Lo Statuto Comunale non si adatta alla Giunta di centrosinistra di Padova, nonostante sia stato “confezionato” e votato dallo stesso centrosinistra. E la maggioranza cosa fa? Lo cambia. Infatti secondo l’articolo 44 gli assessori devono essere tra un minimo di 8 e un massimo secondo quanto previsto dalla normativa nazionale, che ne prevede 10. Gli Assessori di Padova oltre al Sindaco invece sono 12, nonostante in campagna elettorale Zanonato aveva detto e scritto che ne avrebbe nominati massimo 10. Per diamine: c’è la crisi.
C’è la disoccupazione. Il Comune ha già dilapidato 6 milioni di euro con la Lheman Brothers. Bisogna dare il buon esempio. Occorre allinearsi alla normativa nazionale nel ridurre il numero di Assessori e quindi le spese della macchina Comunale. Soprattutto in campagna elettorale. O no? Si sa, Zanonato promette, Zanonato “dismette”. La “lingua biforcuta” del centrosinistra è notoria…tranne che per i padovani che l’hanno votato! Come era prevedibile la minoranza ha fatto ricorso al TAR.
Unico atto di legalità che rimane per difendere un diritto della Comunità, irriso dalle dichiarazioni di Zanonato and Company. Eppure lo stesso Statuto prevede che qualunque modifica venga discussa prima nella “Commissione Statuto”, istituita ad hoc e formata dall’Ufficio di Presidenza e da tutti i capigruppo. Una regola democratica per impedire che la maggioranza, qualsiasi maggioranza, possa calpestare i principi e piegare le regole a proprio piacimento, come è tradizione delle peggiori dittature. Invece di prendere atto di aver commesso un atto contro le Regole dello Statuto, la maggioranza cambia lo Statuto. E il gioco è fatto!
La riprova di quanto è successo oggi, giovedi 11 febbraio nella riunione della Conferenza Capigruppo? Eccola: tempo fa ho presentato un’interrogazione a Zanonato: “Sindaco, mi dice cosa sta succedendo con l’Auditorium? I giornali scrivono che la Fondazione Cassa di Risparmio non ha i soldi e che comunque, se li avesse, l’Auditorium sarebbe messo a bilancio della Fondazione, che equivale a dire che ne sarebbe il proprietario. Cosa c’è di vero? Tra l’altro ci sono molti dubbi sulla sicurezza della Cappella degli Scrovegni, considerata la vicinanza del Sito”.
Il sindaco risponde, o meglio non risponde: “Consigliere, presenti un ordine del giorno così possiamo parlarne in Consiglio, non si può dare affidamento ad un articolo di giornale”. E così ho fatto tanto, tanto tempo fa!
Dopo qualche tempo la maggioranza presenta una proposta di istituire una “commissione indipendente” (mi scappa da ridere…) per valutare le condizioni idro-geologiche della Cappella degli Scrovegni in relazione alla costruzione dell’Auditorium.
Proposta anche questa messa all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale. La domanda nasce spontanea: “Perchè non si mette all’ordine del giorno quel tema proposto dal Sindaco, ovvero l’Auditorium in modo da chiarirne tutti gli aspetti oltre a quelli relativi alla Commissione?”  Ecco come la proposta è stata votata: tutta la minoranza insieme alla Presidente del Consiglio hanno detto sì . Tutta la maggioranza, compreso il partito di riferimento del sindaco, quello che si chiama partito democratico (mi scappa da ridere se non ci fosse da piangere!) vota no. Il chè vuol dire che non si vuole parlare dell’Auditorium. Che è inutile presentare proposte e mozioni. Alla faccia della partecipazione, della trasparenza, del diritto dei cittadini di conoscere come stanno le cose…
Gratta gratta, ci vuole poco a scoprire la vera natura di questo centrosinistra…




  1. No Comments

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca