19
mag
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (7 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Sanità  |1 commento   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

L’ipertensione  è una malattia in sè o un rischio di malattia?  Quali sono le complicanze cardiovascolari?  Quanto è importante il sale o la riduzione di sale nell’ipertensione e perchè?  Come abituarsi a mangiare poco salato?
Il Convegno organizzato in collaborazione con la Società Italiana dell’Ipertensione durante lo svolgimento del “Salone Internazionale dell’arte bianca” in Fiera a  Verona il 22 maggio, in contemporanea con la giornata mondiale dell’ipertensione, sarà divulgativo, rivolto ai non addetti ai lavori. Lo sforzo di noi medici che ci occupiamo delle patologie più frequenti nella nostra società occidentale, che sono le malattie cardiovascolari, è quello di sensibilizzare e far prendere coscienza che prima di qualsiasi presidio, prima di qualsiasi farmaco, c’è lo stile di vita e l’abitudine, o meglio combattere la cattiva abitudine alimentare.Il sale naturalmente presente negli alimenti è solo il 15%, il 50% è quello “nascosto”, aggiunto durante la lavorazione industriale, mentre circa il 35% è quello che aggiungiamo a tavola. Tutto ciò fa sì che il consumo giornaliero medio di sale è di circa 12-15 grammi al giorno, contro i 6 grammi al giorno consigliati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità
(OMS). Nessuno vuole degustare cibi insipidi. Ma è riconosciuto che il troppo sale fa male al cuore, alla circolazione e alle ossa. Moderare la quantità di sale grazie all’iniziativa del “Pane mezzosale”, ovvero “metà sale nel pane” da parte dei panificatori, storicamente in Italia uno degli alimenti di più alto e diffuso consumo quotidiano, non può che aiutare a proteggere il nostro cuore “mediterraneo”, oltre che migliorare le nostre capacità gustative.




  1. 1 perla 6-3-2010

    Si potrebbe promuovere anche in Veneto – Lega permettendo – il consumo di pane toscano, notoriamente privo di sale…

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca