23
set
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (12 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Attività  in Comune  |3 commenti    |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Il Sindaco dice che il Comune rispetta il Codice della Strada. L’Assessore Rossi dice che gli attraversamenti pedonali rialzati hanno ridotto gli incidenti. Niente di più falso! Se si vuole rallentare la velocità si possono utilizzare segnalatori luminosi o acustici o i cosiddetti “semafori intelligenti”, che rispettano le normative del Codice della Strada. Il Comune ha preferito non rispettarle, rallentando i mezzi di soccorso (vigili del fuoco, autoambulanze), aggravando le condizioni dei trasportati come per esempio può essere un traumatizzato, una paziente con sospetto distacco di placenta o placenta previa, minaccia di parto, emorragia intracranica…Rallentando, rendendo difficoltosi e pericolosi anche gli interventi degli operatori sanitari che molto spesso sono in piedi e non possono essere “cinturati” quando prestano aiuto ai loro pazienti critici, con continue accelerazioni, decelerazioni, frenate e sobbalzi. Quale è il messaggio che i cittadini possono raccogliere dal Comune di Padova se non quello che si possono infrangere le regole? Se lo fa il Comune perchè non possono farlo i cittadini? Non solo i Fondi che sono stati stanziati dal Ministero delle Infrastrutture e utilizzati dal Comune per la sicurezza stradale sono stati utilizzati molto male, ma il Comune dovrà spendere molti altri soldi per togliere gli attraversamenti pedonali rialzati: chi ne risponderà? Venerdi 17/09/2010 l’Ispettore inviato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, considerato il prolungato e omertoso silenzio del Comune di Padova alle continue e inevase richieste, solleciti, ammonimenti e avvisi,  ha preso diretta visione e “collaudato” quattro diversi tragitti verso gli ospedali: direttrice da via Piovese; da via Bembo; da via Sorio-via dei Colli; da via Chiesanuova-Corso Milano. Tutte strade ad alta frequenza di percorrenza dei mezzi pubblici e di soccorso. Queste strade non sono tangenziali, al contrario da quanto affermato dall’Assessore Rossi. Siamo in attesa del parere dell’Ispettore. Poi faremo i conti. Guarda il video dell’interrogazione, le risposte di Zanonato e Rossi e la relativa replica.

Interrogazione Dossi




  1. 1 Dona 9-23-2010

    Ciao Giampiero,
    intanto i miei complimenti per come ti presenti documentato e con la realtà  dei fatti.
    Oltre ai disagi evidenziati ne aggiungo uno anch’io come automobilista: – quando affrontiamo questi dossi, di sera, con i fari accesi, l’auto rimbalza e ci accechiamo con l’auto che nel senso opposto a sua volta rimbalza !!!!!
    Altra cosa a riguardo: – è da piu’ di un mese che sul cavalcavia Camerini hanno aperto una mezza rotatoria, pericolosissima, prima la discesa era diritta, ora rischi di fare un frontale. Non vorrei dire, ma mi sembra di sentire parecchie ambulanze che arrivano!!!
    Vogliamo accelerare e finire la seconda parte del rondo’ per cortesia . Questa è la sicurezza stradale!!!
    Grazie per l’attenzione
    P.s. ho paura di affrontare questo cavalcavia!!! (lo faccio parecchie volte al giorno)

  2. 2 AndreaDFC 10-13-2010

    La strada più sicura è quella larga, dritta e liscia. Introdurre artificialmente restringimenti e dossi è da incoscienti. Spero si affermi sempre più questo principio. Siamo cittadini, non sudditi.

  3. 3 Giampiero 10-14-2010

    Sono d’accordo!

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca