21
ott
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (12 voti, media: 4.42 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Precari  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

E’ stato su tutte le prime pagine dei giornali. Benedetto XVI ha dichiarato che il lavoro precario collocabile “tra le emergenze etiche e sociali”, che “non permette ai giovani di costruire una famiglia”. E ancora: “Che dire poi dei problemi del lavoro in rapporto alla famiglia e ai giovani? Quando la precariet del lavoro non permette ai giovani di costruire una loro famiglia, lo sviluppo autentico e completo della societ risulta seriamente compromesso”.Le parole del Papa ci confortano e ci fanno capire ancora di pi che la direzione quella giusta. Nell’ambito della Sanit di cui ci stiamo occupando ormai da molto tempo, abbiamo sempre denunciato l’abuso dei contratti soprattutto dei dirigenti precari. Se il mondo del lavoro pubblico e privato resta ingabbiato e solidamente ancorato ai privilegi non rapportati ai doveri e al merito, se il “vecchio che non indietreggia” impedisce “il nuovo che avanza”, i precari saranno sempre pi precari nel lavoro come nella vita. Ma ora i precari hanno anche il Papa dalla loro parte! W il Papa!




  1. No Comments

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca