02
nov
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (6 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Sicurezza  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Lo Stato agisce solo se toccano Roma a firma R.R. de:“Il Corriere della Sera”

Roma uguale governo, uguale Casta dei politici, uguale Veltroni. Equazioni che coinvolgono la Capitale, che servono ad aprire una polemica in pi. Se la donna uccisa dal cittadino romeno fosse stata vittima dello stesso delitto al Nord, o in altre parti d’Italia, avrebbe suscitato lo stesso clamore, la stessa reazione del Consiglio dei ministri, la stessa rapida approvazione di un decreto legge?Pi esplicita di tutti forse Michela Brambilla, coordinatrice dei Circoli della libert: Se l’efferato fatto di sangue commesso ieri da un clandestino romeno non fosse successo a Roma, citt di cui Veltroni ancora sindaco, ma a Milano, a Torino o Verona, questa sconclusionata compagine di governo avrebbe preso lo stesso la decisione di un decreto legge che affida ai prefetti l’espulsione dei clandestini? Certo che no. Michela Brambilla, che prende anche le distanze dalle ronde organizzate da un circolo romano (che per rispondono al grado di esasperazione dei cittadini)Tocca comunque un tasto sensibile anche per l’opposizione. Almeno per il senatore dissidente dell’Ulivo Roberto Manzione: C’ una parte della maggioranza, quella che proviene dai collegi del Nord, che si lamenta del fatto che quando simili episodi avvengono altrove non sono considerati, ma se capitano a Roma il governo risente dell’effetto Veltroni….

Argomenti ripresi anche dal presidente della Provincia di Treviso: Ancora una volta abbiamo la conferma che solo quando vengono intaccati da vicino il potentato e la casta romana, allora questo governo si muove, commenta il leghista Leonardo Muraro. Durissimo l’attacco di Giancarlo Galan, presidente della Regione Veneto, a Veltroni: Solo adesso il Mecenate con milioni e milioni di euro per la festa del Cinema, il Capo della democrazia universale, il presidente del Consiglio ombra, insomma, Walter Veltroni scopre, con un filo di voce, parole quali “espellere, sgomberare, vietare, mandare in galera”.




  1. No Comments

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca