02
nov
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (7 voti, media: 5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Sicurezza  |0 commenti   |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Perch la paura nella Capitale vale di pi? di Roberto Papetti (Direttore de Il Gazzettino)

Consiglio dei ministri straordinario. Il presidente della Repubblica che mette in campo tutta la sua autorit e chiede interventi per la sicurezza . Il neo leader del Pd Walter Veltroni che si appella all’Europa e reclama azioni concrete verso la Romania. L’opposizione che pretende misure forti. La donna ridotta in fin di vita ieri a Roma dopo essere stata aggredita e probabilmente anche violentata da un immigrato romeno, ha mobilitato l’intero mondo politico. Improvvisamente i palazzi del potere sembrano aver scoperto la “questione romena” e preso piena consapevolezza che, dopo l’apertura delle frontiere a Est, l’allarme criminalit di origine straniera non era un espediente propagandistico o una deriva razzista, ma un’emergenza reale e drammatica. Colpevolmente sottovalutata.

Eppure i segnali, per chi voleva coglierli, non mancavano. Bastava uscire dai quei palazzi e spingersi un po’ su, verso Nordest. Per accorgersi, ad esempio, che il carcere di Treviso, nonostante l’indulto, scoppia perch dall’inizio dell’anno ha dovuto accogliere cinquanta nuovi ospiti di origine romena. O che a Padova proprio pochi giorni fa stata smantellata un’organizzatissima banda, made in Romania, specializzata in “spaccate”, che in pochi mesi aveva messo a segno decine di colpi in negozi del Veneto e del Friuli. E potremmo continuare.Ma perch stupirsi? Non pi di tardi di due mesi fa a Gorgo al Monticano, provincia di Treviso, due coniugi anziani, soli e indifesi, sono stati torturati, seviziati e uccisi da una piccola banda di criminali dell’Est. Un delitto bestiale. Un inquirente mi ha confessato che, raramente, nella sua lunga carriera, aveva assistito a tanta, gratuita violenza. Eppure per quel duplice, brutale omicidio l’unico consiglio che venne convocato fu quello del comune di Gorgo. E nessun leader politico si sent in dovere di fare appelli. A Treviso, in quei giorni, non solo non arriv nessun ministro ma neppure i Ris, perch erano gi impegnati a Garlasco. Ieri tutta la politica si mossa. Ed giusto che sia accaduto. Ma avrebbe potuto e dovuto farlo prima. Molto prima.




  1. No Comments

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca