04
nov
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (6 voti, media: 4.5 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Attivit in Comune and Politica  |3 commenti    |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Mentre a Roma va in scena il remake del film “La polizia non perdona”, con la straordinaria partecipazione di Ulter e Romno Prodi, a Padova si gira : “Lo sceicco bianco” storia a puntate di Zanonix, un personaggio che vestendo i panni di un marocchino bianco, insegna come tollerare il commercio illegale, come privilegiare i rom prima facilitando l’ulteriore insediamento nel campo di via Longhin (dove era stato scoperto il rapimento di una bambina) e poi costruendo loro le case, con manodopera selezionata che deve essere di origine Rom e naturalmente pagata dal Comune. La seconda puntata ha per titolo: “Padova un Comune? No, un extra-comune” racconta di come, cambiando lo statuto comunale per poter nominare un consigliere extracomunitario, Zanonix disposto a cambiare le regole basilari della democrazia che vuole il Consigliere eletto e non nominato. Un’altra puntata si svolge tra le “mura” della citt, dal titolo:”Il Signore di Via Anelli”, con un imprecisato numero di case assegnate a chiunque occupava gli stabili sgomberati. La lunga serie continua con la puntata: “Matrimonio alla Padovana”, che vede protagonista il nostro, questa volta coadiuvato da un altro personaggio come nella tradizione dei Comix (vedi Batman e Robin) e di fatto si forma la coppia Zanix-Zanonix, che per non troveremo pi insieme nelle puntate seguenti. Puntata successiva infatti : “Divorzio alla Padovana”, con Zanonix che dopo aver corteggiato e patteggiato con Centri Sociali e Verdi all’insegna della Partecipazione e dell’Ambiente, viene da questi tradito perch non capiscono che il cemento della sinistra pi ecologico di quello del centrodestra e inoltre che la Partecipazione non “partecipare” alle decisioni gi prese e allo scempio della citt, cos decidono di abbandonarlo e, dato che si vocifera da qualche parte che uno dei Centri Sociali sembra essere il covo di una sedicente banda armata, questi si auto-sgomberano per non creare ulteriori imbarazzi al nostro eroe. Va da s l’altra puntata: “Che in Comune gatta ci Covi?”, dedicata a come Zanonix riesce con i propri potenti mezzi di super, anzi extra-eroe, tra una nomina a consigliere regionale, qualche presidenza e tre assessorati in Comune, a tenere incollato alle sue decisioni un gruppo altres smembrato in due tronconi. La puntata seguente: “Quel tram chiamato desiderio”, narra delle avventure del nostro alle prese con un mezzo che anche dopo festeggiamenti e inaugurazioni non riesce ad essere amato dalla Citt, grazie anche al grande numero di incidenti e limitazioni che detto mezzo provoca. Altra memorabile puntata, storicamente contemporanea al “Family Day” di Roma, il “Fmolo di” in scena a Padova, con Zanonix alle prese con uno stuolo di lucciole che offrivano servizi gratuiti a quei pochi clienti che guadagnavano una multa del comune per “ingombro del traffico” e che ancora popolano gli stessi posti di prima. Un’altra puntata ha per titolo: “Veni, Vidi…Ici” in cui il nostro grazie alla revisione degli estimi catastali, con un rincaro dell’imposta sugli immobili dei padovani, riuscir ad aumentare l’Ici. La serie continua, quali altre puntate ci aspettano del nostro extra-eroe Zanonix?




  1. 1 Maria 11-5-2007

    Dopo avere votato per anni per la sinistra, mi rendo conto di essere stata un’illusa.
    Siamo arrivati alla “comica finale”!
    Per il sindaco, dopo avere sistemato gli extracomunitari di via Anelli, adesso vengono prima i problemi dei Rom che quelli dei padovani, i quali si sentono ogni giorno di pi stranieri nella propria citt.
    Per le case dei Rom chi pagher? Ancora noi con le nostre tasse?
    Ho proprio voglia di piangere.
    Ma deve piangere anche Zanonato perch la prossima volta il suo partito non avr pi il mio voto e nemmeno quello di tanti altri che come me erano degli “illusi”. Maria

  2. 2 piero 11-5-2007

    Se un ragazzo o una ragazza (alias bamboccio/a!!!, cos definito da un certo Paolo al quale deve essere Sc(hi)oppiato il cervello) non vuole essere pi affettivamente “rom” e decide di essere affettivamente “stanziale” perch non pu, (con spese a carico del Comune da restituire (forse) in comodissime rate mensili), concorrere all’autocostruzione della casa per mettere su famiglia?

  3. 3 Giampiero 11-5-2007

    Maria continuiamo a fare bene il nostro lavoro e trasformiamo le lacrime in azioni positive! E’ l’unica risposta che possiamo e sappiamo dare…
    Piero: un’ottima idea!!

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca