06
nov
1 Stella2 Stelle3 stelle4 stelle5 stelle (9 voti, media: 4.11 su 5)
Loading ... Loading ...
  |   Pubblicato in Precari  |2 commenti    |   Invia per e-mail questo post Invia per e-mail questo post

Con una delegazione della cosiddetta Area Terza (Biologi, Farmacisti, Psicologi, Chimici, Fisici, Ingegneri, Dirigenza Amministrativa)siamo stati ascoltati in Regione Veneto dallaPrima Commissione Affari Istituzionali , Bilancio , Controllo , Enti locali , Personale , Programmazione (Presidente Remo Sernagiotto), non solo per portare testimonianza di esperienze professionali oltremodo colme di impegno, capacit, merito, dovere e vuote invece sul piano dei diritti dopo anni di precariato lavorativo che necessariamente porta a precariet della vita stessa, ma per chiedere un atto politico e concreto proprio da quella Commissione che ha generato finalmente una speranza di futuro per tanti giovani e ormai meno giovani, grazie al cui lavoro il nostro SSR viene definito di qualit e eccellenza. Giovani e meno giovani grazie al cui lavoro i colleghi dipendenti possono godere degli incentivi economici ma da cui gli stessi precari sono esclusi.E’ stato chiesto un atto che rendesse meno “clandestini”, meno “fantasmi” e non ulteriormente discriminati gli psicologi, i farmacisti, i biologi e gli altri dirigenti, dai medici e veterinari.
LaPrima Commissione ancora una volta si dimostrata particolarmente sensibile e attenta a non appesantire con una ulteriore discriminazione la situazione gi precaria dei Dirigenti non Medici, promulgando all’unanimit un Ordine del Giorno da portare al prossimo Consiglio perch sulla vicenda sia fatta finalmente assoluta e necessaria chiarezza e nella fase di stabilizzazione dei dirigenti precari del SSR, siano comprese anche le figure professionali della cosiddetta Area Terza.
E’ un dato di fatto che anche nella stesura di un articolo di legge che riguarda i Precari, diventa purtroppo precario anche il modo di interpretarlo…!!!
Il 23 Novembre 2007 i Dirigenti Precari incontreranno proprio a Padova, dove nato il movimento dei Precari, l’Assessore alla Sanit della Regione Veneto Martini, per dare inizio a quella che speriamo essere per tutti i Dirigenti Precari una nuova e concreta speranzaper unfuturo di stabilit lavorativa e di vita!




  1. 1 Samantha 11-7-2007

    Gent.mo Dr. Avruscio,
    allo stato attuale vivo a Bassano d.G. dove lavoro da 7 anni come psicologa-psicoterapeuta (contratto libero-professionale con l’Azienda ULSS N.3); da altrettanti anni lavoro qui a Padova nel settore della psico-oncologia, alternativamente come libero-professionista o come borsista di COR-IOV, Azienda Ospedaliera, Universit (mi stata recentemente assegnata una piccola borsa “Azienda Ospedaliera di Pd”)….inoltre da 3 anni collaboro con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Udine (rapporto libero-professionale)…..cos la mia settimana divisa tra Padova, Udine e Bassano.
    Sul versante famigliare….ho uno bimbo di 10 mesi e sono in attesa di un altro bimbo per Natale….lo scorso anno ho lavorato fino al giorno prima del parto ed ho ripreso dopo 1 mese…quest’anno spero di essere altrettanto brava…nella speranza che mi rinnovino il contratto in scadenza 31 dicembre 2007.
    Non facile organizzarsi….ma io non sono una eroina…sono una precaria e devo arrangiarmi come posso…e sono una persona che ama anche e tanto il suo lavoro a contatto con la sofferenza…un lavoro che sento e svolgo come partecipazione all’umanit.
    Non mi piace lamentarmi, e sono fiera del correre di questi anni tra una citt e l’altra per lavorare e studiare (anche se con la pancia un p faticoso, a volte)…per arrivata a 35 anni penso che sarebbe importante avere una posizione pi strutturata che personalmente e professionalmente mi darebbe una maggiore stabilit e mi permetterebbe di concentrare le mie energie e le mie risorse in un’unica direzione. Dopo 7 anni credo di avere dimostrato il mio valore…e di meritarlo.

    La ringrazio per quanto sta facendo.

  2. 2 Pierluigi Policastro 11-9-2007

    Forza Samantha e ancora grazie Giampiero!

    Spero che il 23 novembre p.v. l’Assessore Martini possa comunicare ai dirigenti precari le parti della finanziaria regionale 2008 da cui saranno attinte le risorse economiche per l’inizio del processo di stabilizzazione e spero che Samantha possa recuperare prima possibile i suoi diritti di madre lavoratrice!

Per lasciare un commento inserisci nei campi seguenti Nome, E-Mail (non verrà pubblicata) e un indirizzo web (facoltativo). ATTENZIONE: Avruscio.it non è responsabile per il contenuto dei commenti, i quali appartengono esclusivamente a chi li ha scritti. Mi riservo comunque di eliminare eventuali commenti non pertinenti con l'articolo o dal contenuto offensivo. Gli indirizzi IP degli utenti vengono memorizzati automaticamente e in caso di violazione di legge verranno comunicati all'autorità competente.

cerca